NOTIZIARIO del 29 settembre 2004

 
     

Ciampi : terrorismo , dialogo senza distinzione di razza e religione
di red

"La dedizione degli appartenenti alle Forze dell'Ordine", ma anche "capacitÓ di dialogo senza distinzioni di razza e di religione" sono fondamenti della lotta al terrorismo". Lo ha detto il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi oggi durante la consegna al Quirinale delle medaglie d'oro al merito civile alla memoria di operatori della polizia di Stato deceduti per fatti di terrorismo risalenti a 25 anni fa.

Il capo dello Stato ha detto che "la memoria di quei fatti e' ancora fortissima in tutti quanti noi, che eravamo gia' grandi quando l'abbiamo vissuta, e dobbiamo molto a tutti coloro che si sono impegnati... fino alla morte per difendere lo Stato. Essi sono caduti sotto i colpi di terroristi i quali nelle loro divise vedevano incarnato quello Stato che intendevano sovvertire."

"Furono anni cupi, anni dai quali credevamo quasi di non essere capaci di uscire, ma ne siamo usciti - ha aggiunto il presidente rivolto ai familiari degli insigniti - avendo mantenuto in pieno la dignita' dello Stato, ma cio' e' costato il sacrificio di tante persone, di tanti servitori dello Stato come i vostri familiari che oggi abbiamo voluto onorare."

Ciampi ha sottolineato che "oggi il terrorismo, sia interno che internazionale, costituisce una minaccia per il nostro Paese e la sua crescita sociale ed economica", ma "i successi conseguiti di recente.... su coloro che intendevano riproporre progetti e atti terroristici tipici degli anni di piombo, ci confermano che lo Stato e' in grado di sconfiggere questa rinnovata velleita' eversiva."

Il presidente ha detto di ritenere "fondamentale in questo, come in altri settori" "il forte coordinamento delle forze in campo, assicurato anche dalla costante e incisiva azione della Magistratura". Ed e' un messaggio per le giovani generazioni "la dedizione degli appartenenti alle Forze dell'Ordine, spinta fino all'estremo sacrificio" che " costituisce uno dei valori fondanti della nostra societa'".

Il presidente ha anche ricordato che "alla minaccia dall'interno si e' aggiunta, in modo preoccupante, quella esterna. Le azioni terroristiche, che in tante aree del mondo sviluppano aberranti tecniche criminali, pongono la necessita' di assicurare la massima efficienza degli apparati di sicurezza, segnatamente nelle attivita' di prevenzione".

"L'unitÓ di intenti e la sincera condivisione dei valori fondamentali da parte di tutte le forze sociali - ha concluso il presidente - debbono continuare a sostenere l'azione degli apparati dello Stato nei nuovi scenari imposti dal terrorismo internazionale, con il preciso intento di impedire che possa realizzarsi l'assurdo disegno di far precipitare l'umanita' in uno scontro tra civiltÓ e religioni.".

Il presidente Ciampi era intervenuto sul terrorismo anche ieri, in occasione della visita del presidente pachistano a Roma.

Speciale terrorismo globale


by www.osservatoriosullalegalita.org

___________

I CONTENUTI DEL SITO POSSONO ESSERE PRELEVATI CITANDO E LINKANDO LA FONTE