Osservatorio sulla legalita' e sui diritti
Osservatorio sulla legalita' onlusscopi, attivita', referenti, i comitati, il presidenteinvia domande, interventi, suggerimentihome osservatorio onlusnews settimanale gratuitaprima pagina
22 maggio 2023
tutti gli speciali

Armenia riconoscerÓ la sovranitÓ azera sul Nagorno-Karabakh
di Gabriella Mira Marq

Il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha annunciato che Yerevan Ŕ disposta a riconoscere tutta la sovranitÓ dell'Azerbaigian su tutto il suo territorio, compresa la regione contesa del Nagorno Karabakh. "Questi 86,6mila chilometri quadrati includono anche il Nagorno-Karabakh. Ma dobbiamo anche affermare che le questioni dei diritti e della sicurezza degli armeni del Nagorno-Karabakh devono essere discusse nel formato Baku-Stepanakert", ha detto Pashinyan in un briefing.

Pashinyan ha detto che si aspetta che Baku riconosca il territorio sovrano dell'Armenia di 29,8 mila chilometri quadrati e ha aggiunto che dovrebbero essere date garanzie per la sicurezza degli armeni che vivono in Karabakh: per garantire che nessuna epurazione etnica o genocidio venga perpetrata contro di loro.

Da parte sua, il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev ha affermato che un trattato di pace tra i due paesi Ŕ inevitabile.

Le due ex repubbliche sovietiche si combattono ormai da decenni per dispute territoriali. Nel 2020, l'Azerbaigian ha lanciato una sanguinosa guerra riconquistando la contesa regione del Nagorno-Karabkh. Nel processo, migliaia di armeni e azeri furono uccisi.

L'integritÓ territoriale Ŕ stata la principale causa di discordia tra i due paesi e quindi dovrebbe essere in cima all'agenda. Il mese scorso, Pashinyan ha annunciato che Yerevan Ŕ disposto ad accettare la sovranitÓ azera sul Nagorno-Karabakh. I colloqui di pace sono stati mediati da UE, Stati Uniti e Russia.

All'inizio di questa settimana, il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha accettato di tenere colloqui con la sua controparte azera, a Mosca, a seguito di una proposta russa. In un discorso di gabinetto a Yerevan, Pashinyan ha detto: "Abbiamo ricevuto una proposta dalla Russia per tenere un incontro trilaterale al pi¨ alto livello sotto la mediazione del presidente della Russia il 25 maggio. Abbiamo accettato quella proposta".

Il problema sarÓ ora se gli abitanti del Nagorno-Karabakh concorderanno con la decisione che li riguarda.


per approfondire...

Dossier terrorismo

_____
NB: I CONTENUTI DEL SITO POSSONO ESSERE PRELEVATI
CITANDO L'AUTORE E LINKANDO
www.osservatoriosullalegalita.org

avviso legale