ottobre 2008

 
     

Lettere dei firmatari della petizione per il sostegno agli alunni diversamente abili
riceviamo e pubblichiamo

Sosteniamo questa richiesta, in quanto un atto di civiltÓ per un paese evitare che ci siano emarginazioni socile ed culturale per chiunque. A maggior ragione perchi Ŕ portatore di endicap di qualsiasi genere. Presidente dell'A.H.C.S
Mussie Zerai

___
Speriamo che serva a qualcosa... Marta

___
non aggiungo nulla a quanto scritto dagli altri, giÓ esaustivi..Maria

___
Salviamo l'art 3 delle nostra Costituzione, calpestato ormai continuamente; in tempi di tutele dei diritti fondamentali della persona l'Italia procede in senso inverso, cancellando di fatto il fondamentale principio dell'uguaglianza sostanziale. Vincenza

___
Sono un'insegnante da qualche anno in pensione e desidero sottoscrivere questa petizione, perchŔ la ritengo giusta, in quanto provvidenziale e importante per il momento che si sta vivendo. Troppi tagli nella scuola fanno si che vadano ad incidere sul buon funzionamento della didattica e della educazione del ragazzo, domani futuro uomo; immaginiamoci cosa possa accadere per un bambino disabile. Vorrei tanto domandare ai nostri governanti; cosa ne sarÓ di migliaia di insegnanti che dovranno essere mandati a casa? cosa ne sarÓ dei nostri bambini disabili? dovranno essere degli analfabeti? Ŕ questo che desidera la Ministro Gelmini? e l'inserimento nella societÓ come potrÓ avvenire se non diamo a questi ragazzi gli strumenti per potersi difendere nel limite del possibile? Concludo con l'auspicio per un buon risultato. CordialitÓ Eliana.

___
Vorrei conoscere altre "abilitÓ" e disponibilitÓ nei confronti delle cittadine e cittadini tutti. Aderisco all'appello, totalmente. Doriana

___
Attaccare i pi¨ deboli Ŕ vergognoso. Il grado di civiltÓ di una democrazia si misura, prima di tutto, da come si prende cura di chi pi¨ ha bisogno. Edoardo

segue>>

tutte le lettere

Vai alla petizione

___________

NB: I CONTENUTI DEL SITO POSSONO ESSERE PRELEVATI CITANDO L'AUTORE E LINKANDO
www.osservatoriosullalegalita.org