14 marzo 2007

 
     

Inchiesta Potenza : Paissan interviene su caso Sircana
di Mauro W. Giannini

''Non si getta in pasto ai lettori in questo modo un nome e cognome''. Lo ha affermato Mauro Paissan, componente del Garante e giornalista, sulla pubblicazione del nome dell'on. Silvio Sircana in merito a un passaggio dell'inchiesta giudiziaria di Potenza.

"No, non si pu˛ gettare in pasto ai lettori in questo modo un nome e cognome in un contesto di scandali, prostituzione, ricatti e estorsioni. Il solo accostamento a questo mondo configura un massacro dell'identitÓ e della dignitÓ di una persona", ha commentato Paissan.

"A prescindere da eventuali violazioni della disciplina riguardante il segreto istruttorio, in questo caso siamo di fronte a un cittadino a carico del quale non risulterebbe nulla se non una conversazione tra due fotografi e la dichiarata volontÓ di ordire un ricatto".

Il riferimento e' all'intercettazione di una vecchia conversazione del fotografo Fabrizio Corona - attualmente in detenzione cautelare - e un altro fotografo il quale asseriva di aver visto e fotografato un importante collaboratore dell'odierno governo alle prese con prostitute e travestiti e i due discutevano di un ricatto ai danni dell'interessato.

Molti giornali hanno pubblicato subito stralci della trascrizione delle intercettazioni ed associato il nome e/o la foto di Sircana - da poco portavoce unico del governo - ai contenuti.

Speciale informazione

___________

NB: I CONTENUTI DEL SITO POSSONO ESSERE PRELEVATI CITANDO L'AUTORE E LINKANDO
www.osservatoriosullalegalita.org