NOTIZIARIO del 29 marzo 2005

 
     

Dal Pentagono un progetto : il robot va alla guerra
di Giovanni Pisano*

Che la guerra fosse una cosa disumana lo si sapeva, ma e' possibile che in fututo essa diventi anche guerra senza l'uomo. Il Pentagono ha stanziato infatti ad oggi 12 milioni di dollari per sviluppare un robot che possa intervenire chirurgicamente sui soldati colpiti in guerra.

Dopo i droni (aerei senza pilota) e dopo i robot che possono agire al posto dell'uomo in zona di guerra, i ricercatori del dipartimento della difesa USA hanno preparato un video che sembra un videogioco, con tanto di suoni e forti effetti di colore, per mostrare il loro ultimo progetto.

Si tratta di una macchina robotizzata, teleguidata da veri operatori sanitari in tempo reale, che operera' i soldati in zona di guerra sul luogo stesso dell'azione senza quindi mettere a repentaglio la vita del personale medico. Questo articolo e' osservatorio sulla legalita'. Il robot viaggera' ed operera' su veicoli senza autista, anch'essi automatizzati.

Sicuramente il dato di morti della guerra in Iraq e' stato significativo per dare impulso a questo progetto, che dovrebbe ridurre non solo il rischio per i medici e gli infermieri, ma aumentare le possibilita' di vita dei soldati colpiti, evitandone il trasporto mentre sono in gravi condizioni e riducendo i tempi di primo intervento.

I principali problemi sono quello di poter pilotare a distanza il robot - quindi senza fili - senza che esso riveli la posizione al nemico grazie al segnale trasmesso e quello di dotarlo di una strumentazione medica superiore a quella che oggi un medico in carne ed ossa potrebbe portare con se'.

Inoltre sara' molto complicato rendere il "chirurgo" robotico abbastanza robusto da resistere al fuoco nemico. Esso infatti sara' un congegno molto delicato, poiche' - sebbene il suo "cervello" sia costituito dall'uomo che lo pilota a distanza, sara' necessario che abbia molti assi di lavoro, dovendo effettuare tagli e suture, ed una telecamera per trasmettere i dati al chirurgo.

Anche per questo i ricercatori della SRI international, una societa' no profit che spesso porta avanti le ricerche del Pentagono, avvertono che occorreranno almeno dieci anni perche' sia possibile impiegare il loro congegno sul campo di battaglia.

* progettista di robot

Speciale pace e diritti


by www.osservatoriosullalegalita.org

_____________

I CONTENUTI DEL SITO POSSONO ESSERE COPIATI CITANDO E LINKANDO LA FONTE